La Suocera

Carmela

Madre di Genni, sedicente donna di cultura («j teng e libbr pe’tutt’part») vive nell’orgoglio esagerato per i figli laureati in legge e nel disprezzo per Pasqualino, il marito disoccupato. Cinica e meschina, indolenzita dalla vecchiaia riversa sui poveri malcapitati tutta la sua cattiveria. In particolare sulla fidanzata del figlio, Veronica, che fa di tutto per allontanare sottoponendola a prove sempre più difficili.