Biografia

ridere, recitare, comunicare

Da quando faccio questo lavoro la cosa che mi sento ripetere più frequentemente dal pubblico che mi incontra da vicino è: “Come sei diversa dai personaggi che interpreti!”.

Io dimentico di essere nella vita una persona riservata ed anche timida realizzando i miei personaggi, recitando a contatto con il pubblico. È uno strano meccanismo che scatta solo in sua presenza. È curioso pensare che la decisione di fare l’attrice l’abbia presa quando avevo sei anni, immaginando proprio il contatto con il pubblico. Il ricordo che ho di quando ero bambina è di una terribile timidezza che mi impediva di relazionarmi in maniera normale sia con i miei coetanei che con gli adulti, questa particolare difficoltà mi rendeva taciturna e contemporaneamente attenta agli altri e al loro comportamento. Questo spirito di osservazione è cresciuto negli anni e mi ha permesso di cogliere quelle particolari caratteristiche umane che nel tempo sono rimaste nella mia memoria. Così nascono i miei personaggi.

Non sapevo da bambina dove mi avrebbe portato il mio lavoro e non avevo proprio messo nel conto di diventare un’attrice comica. È stato il pubblico in qualche modo a scrivere il percorso: rideva!

E così, tra una risata e l’altra la mia carriera ha preso forma ed insieme a lei il vostro affetto e la vostra stima di cui io sono sempre grata. Benvenuti nel mio sito, grazie per essere qui!

Rosalia.

LEGGI TUTTO

Appuntamenti